fbpx

Tornare a viaggiare con il Welfare aziendale

Tornare a viaggiare con il Welfare aziendale

Welfare on Demand - Viaggi e welfare

La voglia di viaggiare, con la fine delle restrizioni per il COVID-19, si fa sentire sempre di più nel 2022.

Si sa, viaggiare è una delle attività preferite delle persone.
Che sia la vacanza al mare, in montagna, o la partenza alla scoperta di luoghi inesplorati, viaggiare ci fa sentire vivi. Ci fa sognare ad occhi aperti e ci fa staccare dalla routine che prevede principalmente l'avvicendarsi di lavoro e faccende quotidiane.
Tutto questo con il COVID-19 non ci è stato permesso ed è stata davvero dura.
Adesso, però, con l'allentamento delle restrizioni, viaggiare è di nuovo possibile e la voglia è davvero tanta.

In agguato, però, c'è l'aumento generalizzato dei prezzi.

Con la fine delle restrizioni, la riapertura delle attività ricettive e ricreative, ha avuto luogo, però, un aumento dei prezzi generalizzato, ma in particolar modo per viaggiare. C'è stato un notevole aumento dei prezzi per le strutture ricettive e anche il costo dei biglietti aerei, ferroviari. Come se non bastasse, anche muoversi in auto è molto più caro, a causa dell'aumento del costo dei carburanti.  Tutto questo si traduce, così, in un marcato aumento della voce di spesa per i viaggi sui bilanci familiari.

Il Welfare aziendale per tornare a viaggiare

Negli ultimi anni, grazie alla diffusione dello strumento del Welfare aziendale (clicca qui per scoprire di più), il viaggio è diventato un costo che si può notevolmente abbattere.
Tramite il portale Welfare messo a disposizione dall'azienda (clicca qui per scoprire la migliore soluzione per il welfare aziendale) il dipendente potrà scegliere di prenotare un viaggio per sé e per la sua famiglia, in totale autonomia, utilizzando il credito a sua disposizione.
Organizzare una vacanza che corrisponde alle esigenze e ai desideri del dipendente è semplice.
Il portale welfare permette di ricercare la propria struttura preferita, scegliendo tra quelle già convenzionate o segnalando i propri operatori di fiducia, siano essi agenzie viaggio sul territorio, villaggi turistici, alberghi o altre strutture.
Una volta scelta la struttura e decisa la meta e tutti gli altri dettagli, sarà sufficiente generare il voucher corrispondente sulla piattaforma e utilizzarlo per la prenotazione presso la struttura (se vuoi scoprire di più sul funzionamento dei Voucher, ne parliamo qui).
In questo modo, il dipendente avrà utilizzato il proprio credito welfare per prenotare le sue vacanze.

Perché conviene utilizzare il Welfare per prenotare le vacanze.

Il vantaggio principale per i dipendenti è che tutto ciò che ricevono in termini di Welfare aziendale è esente da contributi e tassazione, sia derivante dalla conversione di un Premio di Risultato, sia da una erogazione liberale ON TOP.
Inoltre, i viaggi, rientrano nelle previsioni dell'art. 100 del T.U.I.R.  per cui non c'è limitazione di importo, se non il credito disponibile (contrariamente ad esempio a quanto avviene per la categoria dei Buoni acquisto, limitata a 258,23 € annui).
Inoltre i viaggi possono essere fruiti dal dipendente, così come dai suoi familiari, anche non fiscalmente a carico.
Il vantaggio per le aziende invece, oltre al risparmio contributivo e fiscale, è quello di fornire al dipendente uno strumento potente, foriero di soddisfazione e miglioramento di qualità di vita. Ciò implica che migliora il clima aziendale: il collaboratore risulta felice all'idea che dovrà godere di un periodo di ferie in vacanza, senza incidere sul proprio bilancio familiare, e allo stesso tempo, al suo ritorno, aumenterà la sua produttività perché più riposato e felice.

Potenziare i viaggi come sistema per migliorare il work life balance

Può essere un'arma vincente per le aziende fornire ai propri dipendenti un piano di welfare che abbia come focus in particolar modo i viaggi, anche non nel senso tradizionale del termine.
Può essere ad esempio prevista la fornitura di strumenti per offrire al dipendente una soluzione per soggiornare altrove e continuare a lavorare a distanza, migliorando in questo modo la qualità di vita sua e della sua famiglia. Il dipendente stacca dalla routine e, allo stesso tempo,  continua la sua attività lavorativa, essendo, paradossalmente, ancora più produttivo.
Se vuoi costruire un piano di welfare aziendale su misura per i tuoi dipendenti con il focus sui viaggi, contattaci e spremo trovare insieme la giusta soluzione.
CTA Consulenza gratuita Welfare on Demand