fbpx

Welfare aziendale: confermato il raddoppio dei fringe benefit anche per il 2021

Welfare aziendale: confermato il raddoppio dei fringe benefit anche per il 2021

woman-3040029_1920
L'ultima novità riguardante il Welfare aziendale è che anche per il 2021 l’importo dei fringe benefit è stato raddoppiato, così come successo per il 2020 grazie al Decreto Agosto.
La legge n. 69/2021 di conversione del decreto Sostegni, prolunga l'applicazione di quanto previsto dal decreto Agosto, ovvero il raddoppio della quota dei fringe benefit, che passa così anche per quest'anno da 258,23 € a 516,46 €, così come all'articolo 6-quinques inserito nel testo di legge.
Cosa cambia quindi?

L’innalzamento del valore massimo di esenzione da contribuzione e tassazione per i beni e servizi erogati ai dipendenti da parte del datore di lavoro, nel corso del 2020 è stato uno strumento molto apprezzato sia da imprese che da lavoratori, oltre a rappresentare un volano per la diffusione di misure di Welfare aziendale.

Per fringe benefit si intendono i compensi in natura riconosciuti dal datore di lavoro ai propri dipendenti, che non concorrono alla formazione del reddito del lavoratore entro il limite di 258,23 € annui.  Con la novità sopra riportata, anche per il 2021, così come per il 2020, tale valore è stato aumentato a 516,46 €.

Ci auguriamo che in un periodo in cui molte attività economiche sono in difficoltà a causa della pandemia  COVID-19, il raddoppio del limite di esenzione dei fringe benefit possa contribuire a dare una maggiore spinta ai consumi, costituendo un trampolino per il rilancio.

 

 

CTA Consulenza gratuita Welfare on Demand